Chiudere

Il VEGAPULS 64 sorveglia il livello nei serbatoi di cioccolato. Consistenza perfetta, sapore insuperabile.

oltre alle praline e alle tavolette di cioccolato pronte da gustare, dallo stabilimento della Socado escono anche prodotti destinati alla lavorazione successiva, come blocchi di cioccolato per l'industria dolciaria o molteplici tipologie di creme spalmabili a base di cacao, latte e nocciole.

Per l'azienda italiana la qualità ha la massima priorità. Oltre che nell'impiego esclusivo di materie prime pregiate, questo si traduce anche nell'adozione di tecnologie e impianti all'avanguardia. Dalle singole fasi di miscelazione, alla produzione di cioccolato o di creme di vario genere, fino al confezionamento finale del prodotto, negli stabilimenti Socado l'intero processo è monitorato e documentato con la massima precisione.
L’azienda cercava una nuova soluzione per il rilevamento preciso e costante delle scorte e del consumo nei serbatoi di stoccaggio del cioccolato. Per la misura di livello, il produttore italiano di cioccolato collabora già da quasi dieci anni con VEGA, di cui apprezza soprattutto l'ottimo supporto tecnico. L'intero impianto è perciò dotato di numerosi sensori di livello e pressione firmati VEGA. Socado desiderava ridurre o, se possibile, eliminare del tutto la manutenzione ordinaria dei sensori ultrasonori impiegati finora. Oltre a ciò, in uno dei serbatoi dello stabilimento non era garantita la sicurezza di misura a causa di adesioni o di influssi di disturbo derivanti dal miscelatore installato al suo interno.

le praline sono uno dei prodotti principali dell'azienda. Per la loro produzione, come del resto per l'intera gamma di articoli, vengono impiegate esclusivamente materie prime selezionate.

Quando i tecnici della succursale italiana di VEGA presentarono i vantaggi del nuovo strumento di misura di livello radar VEGAPULS 64 e nell'ambito di una dimostrazione lo immersero interamente nel cioccolato, dimostrando la stabilità del valore di misura nonostante le forti adesioni, i responsabili della strumentazione della Socado non ebbero dubbi: il nuovo sensore radar era la soluzione che cercavano! L'azienda rinunciò persino all'esecuzione di test o misure di prova, affidandosi interamente all'esperienza di VEGA e alla nuova tecnologia. Grazie alla possibilità di utilizzo dell'attacco di processo preesistente, il nuovo sensore fu installato semplicemente sul vecchio attacco. La modalità di calibrazione era già nota, poiché anche il VEGAPULS 64 si basa sul collaudato sistema plics e sull'impiego del tastierino di taratura con display PLICSCOM per la messa in servizio e la calibrazione dei sensori e la visualizzazione in loco dei valori di misura. Non sono necessari un PC o uno speciale software e il tastierino di taratura con display può essere inserito o rimosso in qualsiasi momento senza interrompere l’alimentazione in tensione del sensore.

il VEGAPULS 64 effettua la misura in maniera affidabile nonostante le forti adesioni (nel caso concreto cioccolato) e le difficili configurazioni di installazione (miscelatore).

Il segreto dell'affidabilità della misura del VEGAPULS 64 anche in presenza di forti adesioni e difficili configurazioni di installazione (nel caso concreto agitatore all'interno del serbatoio) sta nel suo angolo di apertura molto più stretto rispetto a quello dei sensori impiegati finora. Con gli strumenti di misura radar è possibile eseguire una misura affidabile solamente se i segnali di disturbo non presentano la stessa intensità dell'eco di livello. Proprio questo è ciò che si verifica in seguito alla formazione di adesioni nel serbatoio. Grazie alla frequenza di trasmissione di 80 GHz, il VEGAPULS 64 ha un angolo di riflessione di soli 3°. Ciò ne consente l'impiego sicuro anche in serbatoi con installazioni interne o adesioni sulle pareti, poiché il raggio evita semplicemente questi ostacoli. Allo stesso tempo il VEGAPULS 64 dispone di un campo dinamico molto ampio, che rende possibile una misura notevolmente più stabile e affidabile in particolare dei prodotti ad alto contenuto di grassi, come appunto il cioccolato.

lo strumento radar misura il livello del cioccolato liquido nei serbatoi alti cinque metri.

Nel frattempo il VEGAPULS 64 misura il livello del cioccolato liquido in un grosso serbatoio alto 5 metri, munito di un miscelatore a cinque pale che assicura la consistenza uniforme del prodotto. Per non compromettere il sapore e la qualità del cioccolato, la massa contenuta nel serbatoio deve avere una temperatura di 45 °C in qualsiasi punto del recipiente. Specialmente nelle applicazioni nelle quali la temperatura di processo nel serbatoio è superiore alla temperatura ambiente al di fuori del serbatoio è probabile la formazione di adesioni sull'antenna del sensore. Nello sviluppo del VEGAPULS 64 si è tenuto particolarmente conto di queste condizioni di processo, adeguando la sensibilità del sensore nella breve distanza. L'adeguamento della dinamica in funzione della distanza riduce gli influssi dei disturbi direttamente davanti al sistema di antenna, consentendo contemporaneamente una sensibilità del segnale molto elevata a una distanza maggiore.

La misura di livello avviene sull'intera altezza del serbatoio senza la zona morta tipica dei sensori ultrasonori. Il sensore effettua la misura con grande precisione sia vicino al cielo del serbatoio, sia a ridosso del fondo del serbatoio, garantendo lo sfruttamento del volume complessivo. Un altro fattore decisivo per la scelta del sensore da parte della Socado è il fatto che non richieda manutenzione.

Il nuovo strumento è ideale anche sotto il profilo dell'igiene. Da un lato gli strumenti di misura di livello radar effettuano infatti la misura senza contatto, offrendo così requisiti igienici ideali. Dall'altro l'antenna affacciata incapsulata può essere pulita in maniera ottimale ed è insensibile alle condizioni estreme dei processi SIP e CIP.


il VEGAPULS 64 effettua la misura con grande precisione sia vicino al cielo del serbatoio, sia a ridosso del fondo, senza richiedere interventi di manutenzione.

Un'altra caratteristica interessante del nuovo VEGAPULS 64 è la calibrazione opzionale tramite Bluetooth. La calibrazione è semplicissima: basta inserire il PLICSCOM nello strumento, scaricare l'app VEGA Tools e l'utente può iniziare la configurazione e la parametrizzazione dei propri sensori plics con lo smartphone o il tablet in tutta comodità e a distanza di sicurezza. Sono disponibili anche funzioni di visualizzazione e diagnosi.
Conclusioni: fin dall'inizio è risultato evidente che il problema principale – le forti adesioni causate dal cioccolato – non rappresentava assolutamente un ostacolo per il nuovo sensore. Il VEGAPULS 64 ha funzionato perfettamente da subito, rilevando il livello in maniera precisa e affidabile.

Commenti ({{comments.length}})

Questo articolo non ha ancora commenti. Scrivete il primo adesso!

{{getCommentAuthor(comment, "Anonimo")}} ({{comment.timestamp | date : "dd.MM.yyyy HH:mm" }})

{{comment.comment}}


Scrivi un commento

Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio Indirizzo e-mail non valido
Questo campo è obbligatorio
captcha
Questo campo è obbligatorio
Captcha non valido untranslated: 'Blog_SendComment_Error'