Con il VEGAPULS 64, VEGA Grieshaber KG lancia sul mercato il primo strumento di misura di livello radar per liquidi che lavora con una frequenza di 80 GHz. 

Ciò consente una migliore focalizzazione del raggio radar e semplifica nettamente l'esecuzione di una misura affidabile anche in condizioni difficili, in presenza di serpentine di riscaldamento o agitatori all'interno dei serbatoi.

Quanto maggiore è il campo dinamico dei sensori radar, tanto più ampio è il loro spettro applicativo e tanto più elevata è la sicurezza di misura. Finora sul mercato non era disponibile alcun sensore radar per applicazioni sui liquidi in grado di coprire un campo dinamico simile a quello del VEGAPULS 64. Ciò significa che, rispetto ai sensori radar tradizionali, il VEGAPULS 64 semplifica nettamente la misura di prodotti con cattive caratteristiche di riflessione, e quindi con bassa costante dielettrica. Grazie all'elevata sicurezza di misura, il VEGAPULS 64 effettua una misura ancora più affidabile anche in presenza di schiuma, superfici del prodotto estremamente agitate, condensa o adesioni sull'antenna. Il sensore ha una precisione di +/- 2 mm, anche con un campo di misura di 30 m.

Il nuovo sensore di livello radar VEGAPULS 64 si presta particolarmente all'impiego nell'industria chimica, ma, grazie al design e ai materiali conformi agli elevati standard igienici, è ideale anche per l'industria farmaceutica e alimentare. Dispone infatti delle omologazioni 3A e EHEDG. Grazie all'antenna di piccole dimensioni – il diametro del modello più piccolo non supera quello di una moneta da un euro – e al piccolo attacco di processo che ne risulta, il sensore rappresenta un'alternativa interessante anche per l'impiego in spazi angusti.

Oltre che nell'industria degli oli minerali, i sensori sono idonei anche all'impiego in impianti sperimentali e di laboratorio, nei quali finora, per ragioni di spazio, non era possibile l'utilizzo della tecnica di misura di livello radar.

Ulteriori informazioni sul sito: