Chiudere
0
Seleziona il carrello

Ci sono già prodotti nel carrello del tuo account utente. Quale carrello desideri conservare?

Carrello degli ospiti Carrello esistente

Ritorno alle radici

Alcuni anni fa ho fatto visita a una sperduta raffineria nell'India nord-occidentale dove, dopo il lancio in Germania, abbiamo introdotto la tecnologia radar a 80 GHz presso diversi clienti. Dopo una notte in treno, proseguimmo il viaggio su strada per raggiungere la nostra destinazione con i nuovi strumenti radar. Era una mattina fredda, per cui a metà strada ci siamo fermati per bere una tazza di tè offerta da un venditore ambulante. Non immaginavo cosa avrei vissuto in questa piccola area di ristoro. Il tè ci fu servito in tradizionali tazze di terracotta dette “kulhad". I kulhad sono biodegradabili, per cui possono essere gettati via o rotti dopo l'uso e sono quindi monouso. Conferiscono alla bevanda un aroma terroso. Mentre eravamo in viaggio con i nostri strumenti ultramoderni e i nostri gadget tecnologici d'avanguardia per convincere un altro cliente ad acquistare la nostra innovazione, la semplicità di un kulhad ci ha salvato dal freddo e sapere che un oggetto fatto con la terra dopo l'uso torna alla terra ci ha confortato nel corso dell'intero viaggio.

Le cose semplici sono quelle che contano

Ho la sensazione che semplicità, umanità, curiosità e coesione spesso siano valori molto simili che ritrovo nei ricordi che mi sono più cari. Prima di iniziare a lavorare per VEGA, presi un volo da Perth, la capitale dell'Australia Occidentale, a Leinster, una piccola città mineraria a 1000 km di distanza. Lavorai 8 giorni prima di tornare a Perth, dove poi trascorsi 6 giorni di vacanza. A causa degli impegni di lavoro e della distanza da casa, spesso mi perdevo eventi importanti. Una volta entrato in VEGA ho iniziato a lavorare come responsabile di zona per South Perth e la regione dei Goldfields. È stata una fortuna per me che sono cresciuto a Kalgoorlie, la più grande città della regione dei Goldfields. Mi ha permesso di veder crescere i miei nipoti, che spesso mi sbalordiscono con la loro curiosità e voglia di imparare e sperimentare, e di curare i contatti con la famiglia e gli amici.  La semplicità insita nel trascorrere del tempo con il mio figlioccio e con altre persone che amo, mi ricorda l'importanza di un buon equilibrio tra lavoro e vita privata. Sono consapevole che i valori che per me sono così importanti nella vita sono condivisi anche da VEGA. Questi valori hanno facilitato la decisione dei miei fratelli di accettare anch'essi un posto di lavoro presso VEGA.

Semplicità

Prima di VEGA lavoravo in una grande azienda con numerosi livelli gerarchici e una struttura organizzativa molto complessa. Spesso ci volevano anni prima che un'idea venisse approvata da tutti e finalmente realizzata – nel frattempo l'idea non era più davvero nuova. Presso VEGA ho sperimentato che le cose possono essere molto più semplici e veloci: grazie alla struttura organizzativa piatta, spesso la realizzazione di buone idee inizia nel giro di qualche giorno. È giusto che sia così, poiché nell'odierno mondo sempre più digitalizzato i cambiamenti sono più frequenti e radicali rispetto al passato.  Spero che VEGA, anche con più di 2000 collaboratori, mantenga processi decisionali snelli, affinché anche in futuro possiamo continuare ad essere uno dei leader mondiali nel settore della tecnica di misura.

A VEGA KISS

In relazione a semplicità, umanità, curiosità e coesione, mi viene in mente quando circa sei anni fa la Bahamas Electric Company mi contattò pregandomi di trovare una soluzione per mantenere l'approvvigionamento elettrico di San Salvador, una delle isole più remote della catena delle Bahamas. Allora la centrale aveva esaurito il gasolio ed era stato necessario interrompere la rete elettrica per 48-56 ore (il tempo necessario perché la chiatta raggiungesse San Salvador da Nassau), perché qualcuno aveva rubato gasolio e lo aveva spillato illegalmente. La chiave di questa storia è un problema che riguarda l'umanità e che VEGA ha risolto con una semplice soluzione di connettività. Abbiamo impiegato semplicemente un VEGAPULS 62 e un VEGASCAN 693 per l'invio automatico alla polizia di un'e-mail in caso di rilevamento di una perdita illegale di carburante.

HYGGE sul lavoro e nella vita

Quando sento parlare di "semplicità", mi viene in mente spontaneamente una collana di libri che ho letto: HYGGE. Le persone sono costantemente alla ricerca della felicità e dell'appagamento, sia nella vita privata, sia sul posto di lavoro. HYGGE, uno stile di vita originario dei paesi nordici, mi ha fatto capire l'importanza di concentrarsi sulle cose essenziali della vita, con semplicità, ma in modo equilibrato e ponendo l'accento sulla qualità: cibo e abbigliamento, casa e vacanze, famiglia e amici. Ho sempre pensato che l'equilibrio – qui o lì, adesso o dopo – sia la soluzione migliore per tutti e che la semplicità possa essere un modo piacevole ed efficace per raggiungere l'equilibrio cui si aspira. Al mio ingresso in VEGA sono rimasto affascinato dalla cultura e dai valori che VEGA coltiva, nonché dalla semplicità dell'arredamento degli uffici. Ora posso constatare anche nella realtà che i team adottano l'approccio della "semplicità e concentrazione sull'essenziale" sia nel lavoro quotidiano, sia a livello di mission a lungo termine. Sono davvero felice di poter conciliare il lavoro e la vita privata in questo modo che ritengo sostenibile.

Riciclaggio

Ho la fortuna di aver potuto visitare spesso la sede principale di VEGA nella Foresta Nera. Quando arriviamo dagli USA, normalmente pianifichiamo un giorno in più per riprenderci dal jetlag prima di recarci in ufficio. In una di queste occasioni, ho approfittato della giornata libera per andare a camminare nella zona di Wolfach.  Sulla via del ritorno in città, mentre scendevo da una collina, ho notato un signore anziano che separava accuratamente i suoi rifiuti riciclabili.  Non mi ha visto, perché io mi trovavo in alto sulla collina e lui era molto concentrato su quello che stava facendo.  Guardando meglio ho visto che si trattava di Jürgen Grieshaber. Questo episodio mi ha dimostrato l'umiltà con cui i quadri dirigenti di VEGA svolgono il proprio lavoro. La cultura aziendale di VEGA rispecchia questo atteggiamento e viene direttamente dai vertici che vivono i valori in maniera autentica. Il termine simplicity (semplicità) riassume perfettamente questo concetto. Se qualcuno mi chiede se mi piace lavorare in VEGA,
racconto quest'esperienza per descrivere che tipo di azienda siamo. Ripensare a quest'episodio funge anche da motivazione quando devo sbrigare delle cose che non ho voglia di fare (a casa o al lavoro).  Mi dico: "Se Jürgen Grieshaber suddivide i suoi rifiuti, allora anch'io posso ...".

In giro per il mondo

Negli ultimi 15 anni ho viaggiato spesso in paesi lontani come la Nuova Zelanda, il Sudafrica, l'Indonesia e gli USA. Grazie alla mia attività nelle vendite internazionali e nel marketing, ho molti contatti con colleghi e colleghe delle affiliate e delle rappresentanze di VEGA. Prima dei viaggi è sempre stato molto facile stabilire un contatto con i colleghi sul posto e farsi dare qualche consiglio. Inoltre, i colleghi sono sempre stati molto ospitali. In Nuova Zelanda abbiamo potuto pernottare in camper davanti alla porta di casa di Roger, il collega neozelandese. Ci ha lasciato la porta aperta per consentirci di usare il bagno e la toilette, tutto super easy. In Sudafrica siamo stati ospiti in casa dell'allora amministratore John Groom e di sua moglie Chantal. L'intera famiglia si è presa cura di noi in modo commovente, accompagnandoci ad esempio nel nostro giro di shopping in cerca di souvenir. Nel USA, Jeff Brand, il nostro collega di lunga data, ci ha ospitato spontaneamente nel seminterrato della figlia studentessa. La sera la moglie ha cucinato per noi e il giorno dopo Jeff ci ha fatto visitare l'edificio di VEGA Americas a Cincinnati. Ogni viaggio è stato un'esperienza in sé e in quasi tutti i paesi del mondo è possibile contare sull'aiuto e sull'ospitalità dei colleghi.

La semplicità del sistema PLICS

Quando nel 2003 il signor Kech ha presentato ai collaboratori di VEGA il sistema PLICS, ho pensato: "È davvero un ottimo sistema, semplice e pratico per i clienti", che i concorrenti non hanno ancora e che allora ci ha assicurato una posizione privilegiata. Anche oggi, nelle fiere industriali risulta evidente che solamente VEGA ha in sostanza due tipi di custodia (a una e due camere, senza considerare il tipo di materiale), a cui è possibile adattare la tecnica di misura vera e propria racchiusa al suo interno. Appunto lo slogan: "Uno per tutto". Continuo a essere pienamente convinto della bontà del sistema e spero che sarà mantenuto, poiché, allora come ora, è una caratteristica distintiva di VEGA. E i concorrenti ce la invidiano tutt'ora, come spesso mi capita di sentire in occasione delle fiere!

Vendere può essere così semplice

Sono passati più di 20 anni da quando nella mia attività nel servizio esterno mi è capitato di visitare un impianto di depurazione. C'era bisogno di una misura di livello per un serbatoio. La misura capacitiva funziona sempre, avevo imparato nel corso del mio inserimento nell’azienda, per cui ho consigliato al cliente una sonda di misura capacitiva a barra. Siccome il cliente era un po' scettico, gli proposti un sensore di prova per convincerlo del corretto funzionamento. Detto fatto, il sensore fu consegnato e montato. Dopo circa tre settimane telefonai al cliente per informarmi sul funzionamento. Mi disse che la misura funzionava alla perfezione e si sarebbe provveduto all'acquisto. Un paio di giorni dopo feci visita al cliente per dare un'occhiata al punto di misura e rimasi sbalordito: il sensore non era allacciato, mancavano tutti i cavi. Per farla breve, il cliente ha acquistato ugualmente il sensore. È stato il primo sensore wireless di VEGA. Talvolta vendere può essere così semplice.

Un'idea semplice che risparmia molta fatica

Noi dell'assistenza lo chiamiamo informalmente "alimentatore USB". Si tratta di una soluzione DIY molto semplice, che ci ha permesso di risolvere un grosso problema che avevamo spesso. Nel 2009, in occasione dei suoi 50 anni,VEGA ha lanciato sul mercato la serie plicsplus per il VEGAPuls 60. Una sua caratteristica peculiare era la capacità di funzionare con una tensione bassa. Questo regalo di un tecnico dell'assistenza di VEGA Netherland consentiva di far funzionare il sensore attraverso la porta USB di un laptop. Una volta mi è stato molto utile. Dovevo effettuare un intervento di assistenza in una regione lontana da casa e, per così dire, non molto evoluta a livello tecnologico. Il cliente aveva frainteso il mio compito e pensava che non consistesse solamente nella messa in servizio dei nostri sensori, ma anche nella posa dei cavi. Normalmente mi sarei detto dispiaciuto e me ne sarei andato, cosa che avrebbe messo in difficoltà sia me, sia il cliente. Grazie al mio piccolo dono ho invece potuto portare a termine il mio lavoro senza grandi difficoltà. Il cliente è rimasto impressionato dall'impiego di un laptop per eseguire una misura estremamente critica e io non dimenticherò mai come uno strumento così semplice è riuscito a farmi risparmiare un sacco di tempo. Una settimana dopo, quando ero già a casa, il cliente ha posato il cavo e il sensore ha funzionato come previsto.